Brescia pronta alla “Rinascita” a CidneON con l’Hdemia SantaGiulia

Pubblicato da Hdemia SantaGiulia il

Share Art!

Dal 10 al 17 febbraio 2018, si terrà nella splendida cornice del Castello di Brescia, la seconda edizione del Festival internazionale delle luci CidneON.

Il percorso sarà composto da 18 installazioni – in crescita rispetto alle 15 della prima edizione – con artisti provenienti da Olanda, Germania, Slovacchia, Polonia, Canada, Finlandia, Portogallo e Italia. CidneOn vuole coniugare un respiro internazionale con la valorizzazione di giovani talenti bresciani: a tale scopo, alcune installazioni rappresentano produzioni originali appositamente commissionate per mettere in luce specifici temi culturali e aree del castello.

Fra i giovani talenti bresciani si inseriscono anche le studentesse dell’Hdemia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia, Chiara Brembilla, Francesca Franzosi, Eleonora Ripa e Sara Sarzi Sartori – coordinate dal prof. Stefano Mazzanti, durante il corso di Direzione della Fotografia, nel programma didattico del Biennio Specialistico di Scenografia e Tecnologie dello Spettacolo, coordinato dai prof.ri Carlo Susa e Massimo Tantardini – con l’installazione Reborn.

REBORN

L’idea per l’installazione è nata dallo studio della storia del colle Cidneo e dall’analisi dello spazio che ci è stato assegnato, il tunnel, che abbiamo interpretato come un elemento architettonico che simboleggia il ‘punto di passaggio’. Il continuo mutamento delle stagioni, tema caro ai Celti e ai Romani, è risultato particolarmente affine allo spazio di transizione che il tunnel rappresenta. La drammaturgia per narrare questa storia attraverso l’installazione è affidata alla luce.

Il progetto divide il tunnel in due parti così concepite: le luci fredde all’ingresso, accolgono il visitatore, come immerso nel periodo invernale e oscuro dell’anno. La seconda parte, che accompagna verso l’uscita, è caratterizzata da luci calde, vivaci, in altre parole dall’estate e dal risveglio della natura. Il passaggio tra le stagioni, è al centro del tunnel, dove abbiamo collocato un ‘portale fisico’, metafora dell’evoluzione personale del visitatore stesso. Da questa riflessione è nato il titolo dell’opera: Reborn. […]

Render di simulazione dell'ingresso a Reborn
Render di simulazione dell’ingresso a Reborn
Render di simulazione dell'uscita da Reborn
Render di simulazione dell’uscita da Reborn

Laura Tonin
Social Media StrategistHdemia SantaGiulia


1 commento

CidneON da protagoniste: le scenografe dell’Hdemia raccontano la loro esperienza — Accademia SantaGiulia | il Blog · 26 Febbraio 2018 alle 14:56

[…] Come già accennato gli scorsi giorni, il luogo destinato alla nostra installazione all’interno della manifestazione CidneON è stato il tunnel che dalla Torre dei Francesi porta al Bastione san Marco: uno spazio che già in partenza aveva i suoi limiti… Uno dei problemi è stato il buio. È stato difficile posizionare un punto luce “di servizio” che consentisse a tutti i presenti di lavorare in buone condizioni di luce. Un altro problema, non indifferente, è stato il freddo: la galleria che ci hanno assegnato è una delle aree del castello con una percentuale di umidità più alta. Considerando che abbiamo allestito in una fascia oraria che andava dal tardo pomeriggio a sera inoltrata, le condizioni climatiche, dopo ore di lavoro, hanno influito molto sulla nostra condizione mentale, ma soprattutto fisica! L’ultimo problema che abbiamo riscontrato è stato lo spazio di lavoro. Come avete visto nelle fotografie dei giorni scorsi, abbiamo progettato una struttura in ferro che arriva fino ai 4 metri d’altezza e s’inserisce con un agio di 50 centimetri circa dalle mura della galleria. Anche piccoli movimenti, come ad esempio, l’avvitare bulloni e dadi, è stato più complicato rispetto alle prove tecniche fatte in Accademia con uno spazio di “manovra” molto più ampio. In particolare però, di tutta la realizzazione definitiva dell’installazione, ci ricorderemo per sempre del momento in cui la struttura, non ancora agganciata ai vecchi cardini, stava per ribaltarsi. È stata una vera e propria “prova di forza” da parte nostra. Con molto coraggio abbiamo dato fiducia alla nostra struttura che durante il festival di CidneOn ci ha ripagato di tutti i nostri sforzi. Nel complesso è stato molto più confortevole il caldo e l’asciutto delle aule dell’Hdemia, ma d’altro canto non tutti possono dire “Ho lavorato ad un’installazione artistica nel castello di Brescia”. (Chiara Brembilla) […]

Lascia un commento