Skip to content

Kit di sopravvivenza per studenti fuori sede

Share Art!

Trasferirsi lontano da casa non è certo facile e tanti sono i fattori da considerare. Non sai da dove partire? Ti svelo un primo segreto: la parola d’ordine per gli studenti fuori sede è comodità, perché diciamocelo, non abbiamo certo voglia di chiamare la mamma per ogni evenienza! Cavarsela da soli non è facile, ecco perché ti indicherò alcuni punti fondamentali da tenere in considerazione per chi, come me, viene da lontano e cerca di rimanere vivo tra ritmi serrati e mille responsabilità.

Quindi: Zaino in spalla! 

studente-fuorisede-kit-sipravvivenza

Consiglio numero 1: trovare casa

casa-fuori-sede-kit-sopravvivenzaLa tua stanza sarà il tuo rifugio, i tuoi coinquilini vittime innocenti della tua incapacità di stare al mondo. Trova una sistemazione dignitosa da condividere con persone non troppo dignitose ma che hanno la capacità di sopportarti e, se hai fortuna, sostenerti. Imparare a condividere gli spazi è la prima sfida che dovrai affrontare, dunque, per una pacifica convivenza, è necessario stabilire delle regole e rispettarle.
Cerca un alloggio non troppo distante dall’Hdemia, sfruttando gli annunci sul web o, ancor meglio, effettuando direttamente un sopralluogo. Gli affitti a Brescia non sono per niente alti, il costo di una stanza corrisponde ad una media di 200€, praticamente la metà rispetto alle grandi città italiane! Sul nostro sito puoi trovare alcuni alloggi consigliati, vicini alla nostra Hdemia. Inoltre è possibile sbirciare le proposte degli studenti affisse sulla bacheca all’interno della sede (proprio vicino al Bar) e ricercare quindi subito un’amicizia accademica!


Consiglio numero 2: nutrirsi

nutrizione-sana-kit-sopravvivenza

Fare la spesa è il dramma più grande per noi studenti fuori sede e non è raro che, nei portafogli degli studenti, i soldi scompaiano per magia. Prima di cadere nella trappola di Justeat o perdersi tra gli scaffali del supermercato, sarebbe utile preparare una lista della spesa delle cose che si intende acquistare. …Maglio fare la lista a pancia piena!
Non dimenticarti che:
1. Non puoi mangiare pizza surgelata ogni giorno;
2. Le bevande energetiche non sono cibo!
3. Dopo aver mangiato devi lavare i piatti. Ebbene sì, nessuno lo farà per te. Se hai lezione per tutto il giorno e hai dimenticato di cucinare o di fare la spesa, ti aiuterà il nostro Mitico Renato! Il bar dell’Accademia da lui gestito, è sempre aperto! Renato oltre a svegliare quotidianamente gli studenti (e i professori) al mattino con i vari caffè, prepara all’ora di pranzo dei buonissimi piatti caldi o freddi, focacce, pizzette e panini più o meno light! E ricorda… Dove c’è Renato… c’è casa! Se invece la tua fantastica cena della sera prima è avanzata e vuoi scaldarla, troverai nel bar un microonde sempre a tua disposizione!
Ps: Se la tua pausa pranzo prevede anche una passeggiata all’aria aperta, potrai trovare vicino all’Accademia tanti posti dove mangiare e distrarti dai tuoi impegni da studente.


Consiglio numero 3: trasporti e città

mezzi-trasporto-pubblico-kit-sopravvivenza

Brescia è una città dinamica, ricca di attività di ogni genere e piena di cose da scoprire.
I trasporti sono funzionali e la locazione dell’Accademia permette di raggiungere efficientemente il centro città e la stazione, anche a piedi.
Nonostante ciò, per le matricole del primo anno vi è anche uno sconto sull’abbonamento annuale dei mezzi pubblici. Inoltre è possibile usufruire del servizio “Bicimia” che ti permetterà di scoprire la città in bici quando e dove vuoi.
Per consultare i vari servizi puoi visitare il sito di Brescia mobilità.


Consiglio numero 4: lavoro

connessione-pc-mac-kit-sopravvivenza

Tanti studenti sfruttano la possibilità di studiare e lavorare part-time. Un’ottima proposta da parte dell’Accademia è data dal bando per le collaborazioni di 150 ore finalizzato all’individuazione di studenti per il supporto di alcuni dei servizi accademici. Questa è un’ottima possibilità per mettersi alla prova, ma anche una grandiosa opportunità per conoscere gente nuova e sentirsi parte dello spirito intraprendente ed innovativo dell’Hdemia!

 

 

Consiglio numero 5: per iniziare a muoversi

bussola-kit-sopravvivenza

Per capire come si deve ricercare un lavoretto, e che opportunità ci sono per i giovani che studiano e vivono a Brescia, è possibile andare a visitare l’Informagiovani in centro città. In Informagiovani ci si può:
• Informare su possibili periodi di formazione/tirocinio e vacanza all’estero; • Informare sulla città, sui servizi che questa offre; • Informare sui trasporti, gli alloggi, e le attività culturali, musicali e teatrali; • Informare sulle associazioni cittadine, consultando anche lo sportello dedicato al mondo del volontariato; • Partecipare agli Aperitivi in Inglese, organizzati due volte al mese, utili per conoscere persone nuove, fare conversazione e migliorare il proprio inglese; • Accedere ad uno spazio internet, per navigare in rete gratuitamente. …insomma informarsi per capire come vivere al meglio la città di Brescia e sfruttare le tante opportunità che questa offre.
Ecco i contatti utili: INFORMAGIOVANI, via San Faustino, 33/b – 25122 Brescia, Tel. 030/2978920 e-mail infogiovani@comune.brescia.it, sito Brescia Giovani.

 

BENVENUTO A BRESCIA, UNA CITTÀ A MISURA DI STUDENTE!

Sara (una studentessa fuori sede sopravvissuta)sara-kit-sopravvivenza

 

Share Art!

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share Art!