Ma io da grande volevo fare l’ artista ! (cit. Gaia Mazzola)

Sabato 21 febbraio 2015: mi sono svegliata e ho realizzato che è…

Sabato 21 febbraio 2015: mi sono svegliata e ho realizzato che è finita. La sessione di esami, prove finali e tesi più attesa dell’Accademia SantaGiulia ( quella in cui abbiamo tipo 170 lauree e non so quanti appelli) è FINITA. E che c’è di strano, direte voi? Normale routine, no?
E invece no… Permettetemi di dire che questa volta qualcosa in più c’è

E voi? Come avete iniziato a colorare la vostra vita?

Pubblichiamo il discorso fatto dal rappresentante della Consulta studentesca durante l’inaugurazione dell’Anno…

Pubblichiamo il discorso fatto dal rappresentante della Consulta studentesca durante l’inaugurazione dell’Anno Accademico 2014/2015 del 29 gennaio scorso.
Vogliamo invitarvi a riflettere sulle parole scritte da Aimo e rivolte, con emozione, all’assemblea presente, autorità, direzione, docenti e compagni di studi dell’Accademia di Belle Arti SantaGiulia.

Un Graphic Designer italiano in Spagna

Che cos’è il Graphic Designer? Il Graphic Designer è un artista visivo,…

Che cos’è il Graphic Designer?

Il Graphic Designer è un artista visivo, colui che mette in comunicazione, con idee e progetti creativi, parole e immagini. Gli occhi del Progettista Grafico, come gli occhi dell’artista, sono sempre stimolati dagli elementi che trovano sul loro percorso, quotidiano e di vita, personale e professionale. Più gli elementi nuovi sono diversi dal loro vissuto esperienziale più ne rimangono affascinati, colpiti e spesso contaminati fino a quando quelle nuove immagini vengono smontate, sintetizzate e “riformulate” in un nuovo stile personale.
Matteo Tortelli, studente di Grafica, racconta con semplicità a Angelo Marchese la sua esperienza da studente Erasmus in Spagna.

Da un grande potere derivano grandi responsabilità!

Sempre la solita storia. Non intendo il fatto di scrivere due righe…

Sempre la solita storia. Non intendo il fatto di scrivere due righe per chiudere l’esperienza da rappresentante (a onor del vero, comunque cosa abbastanza banale), quanto piuttosto il fatto di iniziare con una citazione. Ma non c’è miglior incipit per un discorso di un motto solenne di qualche vip intellettuale, e d’altronde non ne ho mai persa l’occasione: usai la Guggenheim all’apertura dell’anno accademico nel 2013, Hundertwasser e il don Armando Nolli di San Faustino lo scorso febbraio, e poi tesi ed esami: Nietzsche, Hesse, Dostoevskij (inflazionato, il suo Idiota), Martini, Warhol, Camus (uno dei miei preferiti), Petronio, Eco,… Oggi sulla mia scrivania c’era un sacco di roba inutile, ma tra Longhi e un vecchio numero di Ratman, alla fine, la citazione è spuntata fuori.

La ricetta perfetta per (ri)costruire la tua web reputation con i social network?

L’influenza dei social network Un esempio di come i social network oggi…

L’influenza dei social network

Un esempio di come i social network oggi possono cambiare la nostra vita ce lo dimostra il film “Chef – La ricetta perfetta” che recentemente sono andata al cinema a vedere.

Il film narra la storia Carl Casper, chef di un rinomato ristorante di Los Angeles, che un giorno dopo aver ricevuto una recensione negativa ed offensiva da uno dei blogger gastronomici più influenti, scatena la sua rabbia, a suon di tweet, contro il critico, perdendo cosi il lavoro e l’immagine a causa della sua poca inesperienza dell’utilizzo di Twitter.

ShelfZone: la spesa in testa

Si chiama ShelfZone, il software che permette di “camminare” tra le corsie…

Si chiama ShelfZone, il software che permette di “camminare” tra le corsie di un supermercato e fare la spesa senza uscire di casa. L’idea nasce negli studi di Imille, un’agenzia di comunicazione milanese dove gli ideatori “quasi per gioco” hanno iniziato a sperimentare le potenzialità del prodotto, hi-tech, più in voga ultimamente, Oculus Rift, di cui vi avevo già parlato nei precedenti articoli.

Bubbles 3.0

Eccomi nuovamente a scrivere… anche quest’anno la sessione estiva è appena passata…

Eccomi nuovamente a scrivere… anche quest’anno la sessione estiva è appena passata e quella autunnale sembra già essere cosi vicina! Aiuto! Panico! Per di più se a dirlo è una come me che si trova ad aver finito il triennio in Accademia e deve pensare alla tesi… ma sorvoliamo, non è di questo che voglio parlarvi oggi!

Quello di cui voglio parlarvi o meglio mostrarvi, è un video che io e altri tre miei compagni di corso, Alessandro Peli, Francesca Anni, Christian Marini, abbiamo realizzato per un contest online su Zooppa.com.

Netiquette … un’arte sconosciuta ai molti!

Parlare sul web Ecco qualcosa di altri tempi …. Nel marasma della…

Parlare sul web

Ecco qualcosa di altri tempi …. Nel marasma della comunicazione dove si pensa che non esiste nessuna regola, vorrei parlarvi di come si dovrebbe “parlare sul web.
Lo so che con la scusa della creatività, della libera espressione, del non-vincolo letterario, tutti pensano che nelle comunicazioni digitali (ovvero articoli sui blog, post sui social, commenti vari) sia concesso tutto.
Ma è proprio qui che si incorre nell’errore!