Quali sono i libri preferiti dagli italiani?

Pubblicato da Hdemia SantaGiulia il

Share Art!
Li​bri. Non gli oggetti abbandonati sugli scaffali su cui si adagia una patina di polvere. Nemmeno quella scusa perfetta per cercare l’isolamento personale.
Libri. Come luoghi per incontrarsi per capire veramente chi siamo.
Giulia – Camillo Frigeni

Forse a pochi giorni dall’inizio della sessione d’esame non starai pensando al prossimo libro da acquistare visto che i vari antropologi, designer, registi e autori ti usciranno dalle orecchie e nella tua testa attualmente non c’è spazio per altro.

Ma proviamo ad immaginare che lo stress che hai accumulato svanisca per un nanosecondo… ​Prova ad immaginarti seduto in riva al mare o sperduto su qualche rifugio alpino.

Yoal Desurmont – unsplash

Bene. Cosa vorresti avere come compagno di viaggio, che ti faccia compagnia la sera prima di coricarti o che ti sappia intrattenere al mattino dopo una ricca colazione? 

Vorresti cavalcare nel bel mezzo di lande desolate alla ricerca di un tesoro nascosto, oppure preferiresti sognare attraverso dolci pagine scritte?

Non stai già meglio? Beh, qualunque sia la storia, qualunque siano i personaggi, i libri e la letteratura, hanno sempre avuto la capacità di sognare e far sognare.

In quelle pagine si sono consumate avventure, storie d’amore proibite, complotti, viaggi senza ritorno e tante volte sono state trovate anche delle risposte, per chi – in quelle pagine – ha avuto il coraggio di immergersi. Anche solo per una manciata di minuti al giorno.

Ma quali sono i libri preferiti degli italiani? Cosa leggono oggi?

Il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) nel 2016 ha lanciato un concorso per promuovere la lettura fra i bambini delle elementari , i ragazzi delle medie e delle superiori, chiedendo di scegliere “I libri preferiti di questo millennio”.

I dati parlano chiaro. La partecipazione è stata stupefacentemente alta: ​hanno votato oltre 138 mila classi.

I libri più votati dagli studenti in Italia sono stati: Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry ​per le scuole primarie di primo grado​, Bianca come il latte, Rossa come il sangue di Alessandro D’Avenia ​per​ ​per le scuole secondaria di primo grado e infine ​Io non ho Paura di Nicolò Ammaniti​ per le scuole secondarie di secondo grado.

Ti ci rivedi? Cosa ne pensi?

Beh certo, adesso devi tornare ai libri per gli esami, ma presto potrai scegliere quello da leggere sotto l’ombrellone… tieni duro!

Ian Espinoza – Unsplash

Camillo Frigeni
II anno del corso di Web e Comunicazione d’Impresa


0 commenti

Lascia un commento