Le emozioni passano attraverso le nuove tecnologie

Share Art!

Cosa è un’emozione?

Le emozioni sono corpo e mente, processi multicomponenziali attivati da stimoli interni ed esterni. Le emozioni sono il riflesso della nostra anima, proviamo emozioni fin dalla nascita e ci accompagnano durante il corso della nostra vita.

Le emozioni sono anche…
Il tema d’esame proposto dal docente Diego Rossicreare un corto animato in 3D che abbia come nucleo le emozioni.

Sei gruppi, due sezioni.
Creare un prodotto semplice ma altrettanto significativo.

A proposito, ve lo ricordate Inside Out? Un capolavoro!

Essendo l’Accademia un ambiente di lavoro stimolante, vi andrò a raccontare gli step fondamentali ed indispensabili per collaborare in sintonia con tutti gli elementi del gruppo e mantenendo la giusta direzione.

brainstorming-campaign-collaborate-6224

BRAINSTORMING

Questa, oltre a essere la prima fase di approccio al progetto, è la fase che vince i premi di “fase più divertente” e “fase più complessa”. Come in una sorta di Telegatto delle fasi progettuali!

Con i propri compagni di lavoro, vengono appuntate parole, idee, colori e concetti che poi saranno le fondamenta per quella che sarà l’idea che farà prender corpo al progetto. Vengono prese in considerazione da parte del gruppo le parole chiave con maggior attinenza che possano essere più utili al tipo di prodotto che dovremo realizzare.

PRE-PRODUZIONE

IDEA
Se nella fase presedente l’idea era effimera e appena palpabile, avvolta da una nuvola di concetti ingarbugliati e sovrapposti, in questa fase si va a definire l’idea.
Per liberarla partiamo dal messaggio che si vuole trasmettere: ricordatevi che un prodotto che tratta un’idea accattivante ed affascinante otterrà sicuramente un buon risultato.

Dopo aver snocciolato l’idea, per far funzionare il team e non rallentare le fasi che seguiranno, andando ad ottimizzare le tempistiche, si fa un’analisi delle “skills” dei singoli membri all’interno del gruppo e si divide il lavoro. È estremamente importante perché è nei momenti di difficoltà (e ci saranno!) che le differenze e le peculiarità di ognuno saranno al servizio e supporto di tutti per risolvere i problemi.

MOODBOARD
Andremo alla ricerca di reference che più si avvicinano allo stile che si vuole ottenere, sempre tenendo ben presente l’idea iniziale.
In questa fase realizziamo bozze di disegno per facilitare la comunicazione del team e spiegare a tutti quelle visioni che non sempre e non subito sono traducibili a parole.
Utilizziamo e decidiamo insieme i colori e le ambientazioni.

SCENEGGIATURA
Si tratta di una parte del documento che andrà a definire la narrazione della nostra storia, i personaggi ed i luoghi utilizzati.
Questa è una fase importantissima e molto tecnica: caratterizzare i personaggi nel contesto visivo riuscirà a far funzionare al meglio il messaggio del video.

STORYBOARD
È la riproduzione illustrata di ciò che sarà il risultato finale.
Si eseguiranno, tramite template, dei veri e propri disegni con lo scopo di mostrare come verrà il prodotto una volta finito.
Per eseguire questa fase di lavoro chi si occuperà di disegnare dovrà essere a stretto contatto col regista per capire al meglio lo svolgersi della storia.

La comunicazione all’interno di un team è una parte fondamentale per non bloccarsi nei punti fondamentali.

PRODUZIONE

Prima di iniziare a svolgere il vero e proprio lavoro è necessario uno step intermedio e molto importante. Personalmente nella maggior parte dei progetti lo ritengo una fase cruciale: inscenare nella vita reale, ciò che è presente nel corto.
Questo passaggio si esegue interpretando al meglio i movimenti per renderli più fedeli ai movimenti umani permettendo così una facile comprensione allo spettatore.

POSTPRODUZIONE

Una volta finita la produzione si passa allo step finale: la postproduzione.
È la fase in cui si andrà ad eseguire il montaggio del video e successivamente sistemare la color correction.
Anche in questa fase il montaggio andrà svolto in presenza del regista così ottenendo il risultato ideale.

Come disse Omero:
“Lieve è l’oprar se in molti è condiviso.”

Se siete arrivati fin qui a leggere, è bene che sappiate che per vedere il risultato finale, di quanto io e il mio gruppo di lavoro abbiamo realizzato, dovrete attendere la sessione autunnale (settembre 2019).
Il progetto sarà disponibile online nella sezione PROGETTI del sito di Hdemia SantaGiulia.

Quindi…
Ci rivediamo a settembre!

Luca Gnocchi
studente del III anno di Nuove tecnologie dell’Arte

PS: nel frattempo se vuoi guardare due corti a proposito di emozioni, puoi guardare “Spectrum of Emotions” o “Fearless”.

Share Art!

0 comments on “Le emozioni passano attraverso le nuove tecnologieAdd yours →

Lascia un commento