Fonte: memecreator.org

I meme per il marketing: cosa sono e come aumentano la popolarità delle pagine social

Share Art!

Quel dito che ogni giorno scorre veloce sullo schermo dello smartphone per curiosare tra le ultime novità delle bacheche social, si imbatte spesso in particolari immagini divertenti con un breve testo. Sono i meme: oltre a migliorare decisamente il nostro umore, sono un modo rapido, semplice e ironico per condividere pensieri, opinioni e idee.

Fonte: memecreator.org

In realtà, la parola meme nasconde le sue qualità da prima dell’arrivo di internet. Richard Dawkins li aveva chiamati così nel suo libro The Selfish Gene per spiegare come le informazioni si diffondono per ‘imitazione’ all’interno di un determinato ambiente culturale.

Il termine meme deriva, infatti, dalla parola greca ‘mimeme’, ossia ‘ciò che viene imitato’. Solo successivamente Mike Godwin ha aggiunto che in particolare un ‘internet meme’ è alterato volontariamente dalla creatività umana.

In breve, sono immagini estremamente condivise sul web che, oltre a rallegrarci, uniscono molte persone attorno a un topic divertente.

Le pagine umoristiche di Facebook hanno individuato in poco tempo le potenzialità dei meme per aumentare la popolarità sui social, per esempio La parte strana dell’internet che unicamente con i suoi meme spassosi ha raggiunto circa un milione e mezzo di iscritti.

Ecco perché dei semplici meme possono diventare uno strumento estremamente utile anche per le strategie marketing online di pagine aziendali. Pensiamo ad aziende come Bper Banca, Taffo o Ceres che grazie a questa strategia hanno raggiunto un grande successo social.

I meme per il marketing online possono essere estremamente efficaci, ma solo se si utilizzano nel modo giusto. Ecco perché ho deciso di scrivere per voi una rapida guida su cosa significa, come si crea e come si utilizza un meme per il marketing sui social.

Come si creano i meme?

Ci sono diversi siti web che vi aiutano a costruire un meme in modo facile, rapido e gratuito: quickmeme.com, memecreator.org o memecenter.com.
Certo, sarà difficile per voi scegliere fra le diverse immagini di tendenza a disposizione, ma una volta selezionate basta aggiungere del testo e il meme è subito pronto.

Bisogna ricordare, però, che fare un meme non significa abbinare semplici immagini e testi, ma molto di più!

Un meme è un concetto che viene trasmesso velocemente da persona a persona in una stessa cultura per rimarcare un’idea, un tema o un fenomeno in modo ironico. Per questo motivo è importante capire le regole che lo compongono molto rapidamente.

I meme sono così efficaci grazie alla semplicità e alla rapidità con cui comunicano azioni, idee ed emozioni solitamente complicati da spiegare. Se utilizzati nel modo corretto, i meme nascondono un sacco di poteri dietro alla loro leggerezza.

Sono, infatti, molto utili per:
• aumentare il coinvolgimento del pubblico verso idee generalmente trascurate;
• umanizzare temi astratti, come la filosofia di un brand;
• far ricordare più velocemente un concetto.

Come si utilizzano i meme per il marketing?

I meme sono efficaci per promuovere in modo veloce delle idee difficili, come per esempio una brand identity, perché vengono immediatamente riconosciuti dalla maggior parte persone che appartengono a un pubblico specifico.

Per un brand in particolare è vantaggioso perché si crea una rapida attenzione online da parte del target prescelto. La strategia di marketing che utilizza i meme per catturare l’attenzione di persone specifiche viene per questo chiamata memevertising.

In apparenza può sembrare una strategia di marketing banale per raggiungere il proprio pubblico, ma bisogna prestare estrema attenzione al modo in cui si costruiscono.
Per parlare con il pubblico online, infatti, occorre utilizzare il linguaggio di internet.

Per questo motivo un memevertiser deve sempre considerare queste tre semplici regole:

Studia attentamente il mercato di riferimento e osserva come si comportano online. Pubblicano meme? Se sì, quale stile condividono?

Bper è un esempio di banca italiana che ha capito perfettamente che il suo target ha bisogno di spiegazioni più semplici e meno macchinose e per invogliarlo a informarsi ha creato dei simpatici meme su concetti spesso complicati.


Fonte: Facebook Bper Banca

È coerente nel tempo. Si possono seguire degli stili predefiniti dal web, oppure si possono creare dei meme da zero. In questo caso basta creare dei modelli e pubblicare frasi pertinenti considerate interessanti per il pubblico. Per qualsiasi tecnica, è comunque necessario essere costanti.

Chi avrebbe mai detto che un’azienda di pompe funebri potesse raggiungere un’estrema popolarità grazie ai suoi meme creati ad hoc? È il caso dei meme di Taffo, che grazie alla loro creatività hanno fatto “crepare dalle risate” migliaia di utenti.

Fonte: Taffo Funeral Services

Incentiva il pubblico a taggare i propri amici. Una call to action che invita il pubblico a condividere i contenuti con i propri amici, aiuta a far conoscere il marchio anche a nuove persone in modo del tutto organico.

È il caso Ceres, una birra che è passata dall’unire gli amici del bar sotto casa, al legare migliaia di persone online grazie ai suoi meme sempre attuali e divertenti.

Fonte: Pagina Facebook Ceres

Allora, adesso sei pronto per diventare il mitico “Success Kid” della tua pagina aziendale?! Realizza nuovi meme divertenti e inseriscili nella tua strategia di marketing online per aumentare la tua popolarità.

Vuoi scoprire altri metodi per migliorare la tua strategia online?
Curiosa qui sul nostro blog!

Fonte: realizzato con memecreator.org

Alessia Gardumi
I Anno del Biennio Specialistico di Grafica e Comunicazione

Share Art!

0 comments on “I meme per il marketing: cosa sono e come aumentano la popolarità delle pagine socialAdd yours →

Lascia un commento