Corso quinquennale abilitante in Restauro

Share Art!

Tante informazioni e consigli per conoscere il mondo del restauro in Italia, un Paese caratterizzato da una moltitudine di opere antiche che necessitano di essere conservate e protette.
Scopri come farlo all’Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia!

Come nasce in Italia la formazione nell’ambito del restauro? Che  obiettivi si pone?

Il Restauro in Italia nasce all’interno delle Accademie di Belle Arti che da sempre hanno rappresentato il cuore della formazione artistica.

Come vere e proprie scuole di “studio e opera”, infatti, le Accademie non si sono solo poste storicamente come enti di formazione, ma anche come centri di eccellenza, specializzati soprattutto sulla ricerca collegata alla didattica e alla produzione.

Dove si può studiare restauro in Italia?

In Italia è possibile studiare restauro presso varie tipologie di realtà formative:

  • Le Accademie di Belle Arti statali e le Accademie di Belle Arti legalmente riconosciute
  • Le Università
  • Le scuole di formazione, nate intorno alla metà degli anni settanta, grazie al supporto delle regioni di riferimento.

In Italia le Accademie di Belle Arti abilitate all’erogazione di corsi quinquennali di restauro sono solo 10.

Che differenze ci sono tra le offerte formative di queste realtà?

L’offerta didattica in Italia, visto anche l’enorme patrimonio artistico, si è evoluta dando a questo settore delle caratteristiche e delle peculiarità differenti a seconda delle realtà formative. È sicuramente necessario scegliere l’ambiente più appropriato per la propria preparazione e formazione.

La dimensione universitaria ha un approccio tendenzialmente più scientifico e di diagnostica.

Le Accademie di Belle Arti, invece,  si caratterizzano per la forte didattica laboratoriale e il prezioso collegamento con le realtà esterne. In generale, su un piano di studi che prevede in cinque anni la maturazione di 300 CFA formativi inclusi i 12 relativi al superamento delle due prove finali, 100 CFA sono destinati a materie laboratoriali e di tipo pratico, svolte in cantieri specifici e sotto il costante confronto e controllo dell’organo di tutela dei beni culturali.

Quanto dura un corso di studi in quest’ambito?

Esistono due tipologie di corsi nell’ambito del restauro: corsi triennali, che rilasciano una qualifica di tecnico del restauro , e corsi quinquennali abilitanti a ciclo unico.

Che differenza c’è tra un titolo triennale e uno quinquennale?

I due titoli sono differenti.

Con il primo si ottiene una qualifica triennale di tecnico, che permette di lavorare nel settore affiancando la figura di un restauratore ma non abilita alla professione libera del restauro.

Il percorso quinquennale, invece, tramite il superamento di due prove finali, rilascia un titolo di studio abilitante all’esercizio della professione di restauratore di beni culturali, aprendo l’accesso anche ai concorsi pubblici.

Quali corsi di restauro sono presenti in Hdemia SantaGiulia?

Presso l’Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia è attivo il corso quinquennale a ciclo unico in Restauro, con due indirizzi:

È previsto un test di ingresso?

Si, il percorso quinquennale abilitante di restauro prevede una prova di ammissione, stabilita per legge.

Tale prova è composta da:
• Un test di percezione del colore
• Una prova di disegno
• Una prova orale di storia dell’arte, storia delle tecniche artistiche, chimica, fisica, biologia e inglese.

Tutti i dettagli in merito alla prova sono disponibili nel bando di ammissione che Hdemia SantaGiulia pubblica sul proprio sito prima dello svolgimento delle prove (clicca qui per visualizzare il bando di ammissione 2018).
La finalità della prova di selezione è appurare che ci sia una predisposizione alla materia e i test sono formulati sulla base di preparazione scolastica superiore.

Quanti posti sono disponibili?

Ogni classe può essere composta da massimo cinque persone.
Oltre che essere un OBBLIGO NORMATIVO, infatti, pedagogicamente si tratta della dimensione adatta ad un lavoro delicato come quello del restauratore, in cui è indispensabile essere seguiti in modo diretto e continuo dal corpo docenti.

Ci sono degli spazi dedicati al corso?

Certo, in Accademia SantaGiulia ci sono spazi e laboratori esclusivamente dedicati al percorso di restauro, con tutti i materiali e attrezzature necessari per entrambi i percorsi di studio. In questi spazi si svolgono soprattutto le discipline pratiche.

Devo avere necessariamente una formazione artistica per essere ammesso al corso di restauro? 

Non è indispensabile avere una precedente preparazione nell’ambito artistico.
Certamente chi proviene da un percorso di questo tipo avrà una maggiore predisposizione per la manualità, ma con una buona preparazione è possibile anche per studenti provenienti da altri percorsi di studio accedere al corso.
Quello che conta è sicuramente possedere un’attitudine, una predisposizione a far rivivere l’arte.

Dopo il conseguimento del titolo triennale in tecnico del restauro è possibile iscriversi agli altri due anni per acquisire l’abilitazione?

No, non è possibile in quanto attualmente i corsi triennali di tecnico del restauro NON SONO PIÙ EROGATI dalle Accademia di Belle Arti, ma solo dalle scuole di formazione che non hanno strutturato i loro percorsi secondo il processo di Bologna (Crediti Formativi).

Come mai il corso di Restauro ha un costo più alto rispetto agli altri?

Il costo di questo percorso dipende da molti fattori, primo fra tutti il ristretto numero di posti disponibili.

Solitamente agli studenti vengono forniti i materiali da utilizzare nei laboratori e nei cantieri, in collaborazione con gli enti che richiedono gli interventi di restauro.
Inoltre per gli studenti è prevista una copertura assicurativa che copre l’intero loro percorso.

È possibile trovare lavoro dopo gli studi?

La prospettiva futura è parte integrante del percorso: in Accademia gli studenti lavorano su progetti reali e sono in collegamento con le realtà esterne.

È possibile attivare accordi con enti pubblici e privati, stages, cantieri-scuola e tirocini, volti alla preparazione specifica sul campo.
Grande opportunità poi, sono i percorsi in apprendistato per i quali è possibile conseguire il titolo di studi, lavorando presso aziende del settore e attraverso un piano di studi personalizzato e adeguato alle necessità dello studente.

I laureti in restauro possono operare sia in contesti pubblici che privati, con diverse mansioni. È inoltre importante ricordare che il titolo abilitante permette la partecipazione ai concorsi pubblici indetti dal ministero per la valorizzazione e la conservazione del patrimonio artistico nazionale.


Ufficio Orientamento

Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia

Share Art!

0 comments on “Corso quinquennale abilitante in RestauroAdd yours →

Lascia un commento