cover-post-Simone-Rigamonti

Simone Rigamonti si racconta e presenta il suo primo documentario

Share Art!

Ciao mi chiamo Simone Rigamonti. Sono nato a gennaio del 1992. Quel giorno nevicava e faceva molto freddo, sarà forse per questo motivo che voglio trasmettere, a chi guarda i miei lavori, una sensazione di calore e anche di positività.
Sono attento alla realtà che mi circonda e colgo facendone mio, tutto ciò che è “Emozione”, che mi scalda e mi riempie l‘animo di gioia.

Ho frequentato per cinque anni un Istituto Professionale ad indirizzo Grafico Pubblicitario. Mi sono reso conto durante questo percorso formativo che “il mondo creativo” (se così posso definirlo) sarebbe potuto diventare il mio futuro, caratterizzato da belle iniziative, nuove prospettive ed aiutato ovviamente da interessanti collaborazioni.
Dopo aver conseguito il diploma, sostenuto anche dai miei genitori, mi son concesso dieci mesi di meditazione pensando a cosa avrei voluto davvero “fare da grande”.
In questi lunghi mesi ho focalizzato ed analizzato attentamente quali fossero le mie effettive intenzioni future, cercando di capire, giorno dopo giorno, quale potesse essere il percorso di studi da intraprendere.

elaborazione digitale-autoritratto

Scartando sin dall’inizio Università di tipo tradizionale, e confrontandomi con amici che avevano già iniziato il percorso universitario, ho deciso anche con una buona dose di curiosità e desiderio, di iscrivermi all’Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia.
A fronte del mio diploma di scuola secondaria superiore non ho optato di frequentare il corso triennale di Grafica, ma bensì quello di Nuove Tecnologie dell’Arte.
Questo perché è mia viva intenzione espandere le mie conoscenze, non solo soffermandomi sull’aspetto di immagine statica, come è quello della Grafica, ma bensì voglio esplorare ed apprendere le diverse forme e linguaggi d’Arte, come il cinema, la musica e l’animazione e modellazione 3D.

Simone Rigamonti

Sono giunto così nel 2O14 al secondo anno. Devo ammettere che il corso mi appassiona sempre di più, questo anche grazie alla capacità del corpo docenti che riesce a trasmettere le nozioni, sia a livello teorico che pratico, in modo accattivante. Le materie di studio, seppur complesse, stimolano ad ampliare e approfondire le mie conoscenze di base.
Con grande interesse e passione nei confronti del cinema e audiovisivo in tutte le sue forme, sto passando pian piano da appassionato spettatore ad appassionato produttore.
Mi piace creare partendo da zero. Amo veder nascere una storia, un racconto, un’esperienza, una situazione. Cerco di vivere il racconto in ogni sua forma con lo stupore di chi ascolta e mantenendo vivo l’entusiasmo di chi parla, per poi metterci del mio, per continuare ad inventare cercando di coinvolgere, con tutti i sensi possibili, lo spettatore.

Ora voglio presentarvi, se posso così chiamarlo, il mio primo Documentario.
L’ho realizzato per l’esame del corso di Tecniche di Ripresa del Prof. Silvio Bonomi.
Conoscendo molto bene questa speciale famiglia, la quale produce da vent’anni formaggio, ho voluto creare un audiovisivo che illustrasse la loro storia e la loro filosofia di produzione basata su valori ben specifici nel rispetto della terra, degli animali e dell’uomo.

L’azienda agricola denominata “La Scaldina” è situata a Calvagese della Riviera, una bellissima zona della provincia di Brescia che dista solo 7 km dal Lago di Garda.
La filosofia di vita adottata da questa famiglia è la semplicità con cui conducono la loro quotidianità basata sulla condivisione nel rispetto dei bisogni altrui e da me mai vista prima.

Gallo - La Scaldina

La Scaldina è un documentario ricco di emozioni con l’intento di far riflettere sui valori primari della Terra e dell’Uomo che la abita.
Il documentario è stato realizzato in due mesi utilizzando esclusivamente una Canon EOS 600D. Il montaggio è avvenuto anche grazie alla collaborazione del mio compagno di corso, nonchè amico, Antonio Cannizzo.
Ora non mi resta che auguravi una buona visione e perché no, buona riflessione.
Se volete scoprire di più sui miei progetti e le mie passioni, seguitemi anche su Facebook, YouTube e Linkedin.

Simone Rigamonti
Studente al secondo anno del triennio in Nuove Tecnologie dell’Arte

Share Art!

2 comments on “Simone Rigamonti si racconta e presenta il suo primo documentarioAdd yours →

Lascia un commento